NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
facebook trasp
instagram trasp

  20861537_1917133158556116_4679975747233060363_o.jpg  WhatsApp Image 2017-08-02 at 23.01.43.jpeg

Grazie al recente accordo tra il Centro Diego Fabbri e l'Associazione di volontariato Sintonia di Forlì si è costituita una rete
di cittadinanza attiva (giovani+volontariato) al fine di promuovere e valorizzare il volontariato, anche in ambito culturale,
come risorsa di crescita individuale e collettiva.

Con l'attivazione di percorsi di informazione e formazione si intende avvicinare le giovani generazioni, e non solo, al volontariato,
promuovere l'assistenza ai soggetti appartenenti a categorie protette, abbattere il pregiudizio nei confronti della disabilità e
promuovere le azioni culturali.
Inoltre si intende fornire alle persone non vedenti e ipovedenti un aiuto concreto per raggiungere e accedere alle strutture culturali,
permettendogli di godere a pieno di tutti gli eventi audiodescritti.


Associazione di volontariato Sintonia.11154815_607312599406160_8072945796286162814_o.jpg
Chi sono?
L'Associazione di volontariato Sintonia ONLUS, nata nel 2011, è iscritta al registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato
della Provincia di Forlì-Cesena e socia di Assiprov Forlì- Cesena.
Svolge attività di sensibilizzazione della comunità alle tematiche della disabilità, di allargamento della rete di relazioni
delle persone svantaggiate per favorirne l’integrazione sociale e lavorativa.
L'associazione promuove inoltre il benessere e la formazione dei volontari.

Diventa volontario!
Per iscriverti come socio/volontario puoi scaricare il modulo di iscrizione ed inviarlo ai seguenti contatti, o per email:
Associazione di Volontariato Sintonia
Via Bazzoli, 12 (c/o CavaRei) - CAP 47122 - Forlì (FC)
Tel. 3403070323
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dopo un percorso lungo più di 8 mesi che ha visto numerosi giovani creativi mettersi in gioco e sviluppare progetti artistici e imprenditoriali,
siamo finalmente arrivati alla lista definitiva dei 7 prodotti che verranno realizzati durante la fase finale del bando Creatività & Imprenditoria.

Non è stato facile scegliere, visto il buon livello di tutti gli elaborati.
Proprio per questo si è deciso di sostenere un progetto in più rispetto a quanto stabilito.

 

Di seguito l'elenco dei partecipanti alla fase finale:

ELENCO PROGETTI - REFERENTI

TESSUTI URBANI - ELISA SILVESTRI

VERRA' UN GIORNO - MATTEO GIOVANARDI

ECO PUZZLE - GIULIA MESSORI

SOUVENIRS - MARCO CATTIVELLI

WOOL DONE - GIULIA BOARI

DISORDINARIA - VALENTINA ARENA

MASTER BUSKER - IACOPO PELAGATTI

 

Complimenti a tutti!

1438700425.jpg

Abbiamo il piacere di informarvi che il Centro Diego Fabbri ha vinto un altro bando europeo, con il progetto
CASTLE - New employability skills and business creation in audiodescription and subtitling sector  Erasmus+ -  KA2 -  Strategic Partnerships.

Si tratta di un progetto finalizzato all'implementazione delle azioni di audiodescrizione e sopratitolaggio di spettacoli teatrali, con particolare attenzione agli operatori tecnici. Un percorso formativo finalizzato alla creazione di una vera e propria professione/impresa nell'ambito di riferimento.
Inoltre si prevedono anche la creazione di un "manuale d'uso" e di un sito web dedicato.
Entrambi gli strumenti serviranno come un mezzo per aumentare e sostenere il senso dell'iniziativa e dell'imprenditorialità, migliorare le competenze per la gestione e la creazione di nuove imprese e aumentare le opportunità di sviluppo professionale.

La professione di Audiodescriber / Subtitler non è ancora diffusa a livello dell'UE. In molti paesi, non è nemmeno riconosciuto come una professione. CASTLE si concentra quindi su Audiodescribers / Subtitlers che aumentano le proprie competenze imprenditoriali per favorire la creazione di nuovi e professionali fornitori di servizi di audiodiscrizione / sottotitolazione, che saranno sostenibili nel tempo.
Le attività dovrebbero portare effetti positivi e duraturi sui partecipanti, i partner e i beneficiari, sviluppando e attuando pratiche innovative a livello locale ed europeo e per trasformare le competenze acquisite in un'opportunità professionale.

Oltre alla collaborazione di Argo - Progettare per l'Europa, i nostri partner europei sono:
University of Wolverhampton (GB),
Sasa Inkubator (Velenje, Slovenia),
Centrum Kultury Wroclaw - Zachod (Breslavia, Polonia),
Audiosigno (Merida, Spagna).

Il progetto partirà a Novembre 2017 (meeting a Wolverhampton), per poi concludersi nel mese di Dicembre 2019.

Audiodescription-cinema.jpg

 

Anche quest'anno il Centro Diego Fabbri è partner del Plautus Festival di Sarsina!
In questa edizione saranno 5 gli spettacoli audiodescritti con il progetto "Un Invito al Teatro - No Limits":

– MILES GLORIOSUS – Domenica 23 Luglio
– NON MI HAI PIU’ DETTO TI AMO – Mercoledì 2 Agosto
– THOMAS MORE – Domenica 6 Agosto
– L’AVARO – Mercoledì 9 Agosto
– ALLA FACCIA VOSTRA – Sabato 12 Agosto.
 

L'ingresso è omaggio per gli utenti non vedenti e ipovedenti.

 

Per ulteriori informazioni e/o prenotazioni è possibile contattare
il Centro Diego Fabbri:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0543 30244

oppure l’Ufficio Teatro del Plautus Festival:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0547 698102
http://www.plautusfestival.it/

Una nuova bellissima notizia!
Abbiamo il piacere di informarvi che il Centro Diego Fabbri, grazie alla collaborazione con Argo - Progettare l'Europa, si è aggiudicato un ulteriore bando europeo: si tratta del progetto EUROPOLY!

 

 

EUROPOLY - an innovative Bottom-Up approach to fight euroscepticism through networking

 

Premessa

L'ondata di euroscetticismo che si sta diffondendo tra i cittadini nei confronti dell'Unione Europea, ne sta mettendo in pericolo le stesse fondamenta.

Il livello di identità europea, il senso di appartenenza e la solidarietà, sembrano diminuire di pari passo con l'inizio della crisi economico - finanziaria e del problema dei rifugiati.

Secondo gli ultimi sondaggi UE, mentre la maggior parte dei giovani cittadini europei è ancora fiduciosa nelle possibilità che vivere in un'Europa Unita può offrire, le generazioni più mature sono euroscettiche.

Questa situazione sta portando ad un conflitto generazionale tra "padri" e "figli", dove i primi sentono una maggior vicinanza alle proprie nazioni d'origine, al contrario dei giovani che si sentono più “cittadini europei”.

 

Obiettivo

L'obiettivo di questo progetto è quello di contribuire ad interrompere questo contrasto generazionale ed utilizzare l'entusiasmo “europeo” dei giovani per combattere lo scetticismo degli “adulti”.

Il progetto si basa sull'idea del celebre gioco da tavolo “Monopoly” ed intende creare una vera e propria “rete” di comuni che incoraggeranno il dialogo aperto tra i partecipanti, al fine di comprendere -e poi contrastare- l'euroscetticismo; verranno spiegati i vantaggi delle politiche UE, anche tramite eventi organizzati e promossi a livello locale ed i risultati verranno condivisi tra i partecipanti.

Il progetto sarà basato su:

- 8 eventi attraverso i quali i partecipanti (giovani e adulti) discuteranno il fenomeno dell'euroscetticismo e analizzeranno i vantaggi delle politiche UE a diversi livelli;

- la pianificazione del “format” Europoly (un evento all'aria aperta) da testare a Forlì con il centro storico suddiviso in zone come nel Monopoly (09/05/2019).

 

CITTA' – PAESI COINVOLTI

FORLI' – ITALIA

MAKARSKA – CROAZIA

SZOLNOK – UNGHERIA

VALENJE – SLOVENIA

ELDA – SPAGNA

FANO – ITALIA

DIMITROVGRAD – BULGARIA

TARGU MURES – ROMANIA

 

Anche quest'anno non perdetevi la Festa di Rai Radio3 a Forlì!
Dal 9 all’11 giugno, tre giorni di dibattiti, spettacoli teatrali e concerti per riflettere sul tema del lavoro raccontato attraverso più linguaggi!

Visiona il programma della festa qui:http://bit.ly/2qZIjUw

 

Anno dopo anno, le tre parole chiave della Festa di Radio3 offrono nuove occasioni di riflessione, di narrazione, di spettacolo.
Quest’anno con un filo rosso di canzoni e di poesie dedicate al lavoro nel dialetto di questa terra ma anche con una coppia di spettacoli teatrali,
una serie di confronti a più voci, alcune puntate speciali delle più note trasmissioni di Radio3 che al centro avranno domande basilari:
Cosa succede a un mondo che vede scomparire o trasformare radicalmente le proprie tradizionali occupazioni?
In cui cambiano tempi e luoghi, professioni e relazioni, tecnologie e psicologie?
Dove si fa fatica a intravedere un futuro che offra prospettive incoraggianti?
E infine, con quali linguaggi raccontare queste mutazioni? 

Per fortuna le tre parole chiave - Arte/Cultura/Lavoro - disegnano un perimetro talmente ampio da poter comprendere voci
e accenti molto diversi: nel programma della Festa non mancheranno dunque i momenti di spettacolo accanto a quelli di più intensa discussione.
É lo spirito quotidiano che anima le trasmissioni di Radio3 e che non può non esaltarsi in uno spazio pubblico come quello che si apre per tre giorni
a Forlì. 

Questa edizione è particolare perché rappresenta anche l’inizio di un viaggio che unirà Forlì e Matera.
Che non sono solo le due città delle feste di Radio3, all’inizio e alla fine dell’estate, ma che indicano un percorso che tocca l’Italia più profonda e
meno raccontata. D’altra parte la Festa di Forlì ogni anno ha rappresentato anzitutto questo: una tappa diversa di un viaggio che vorremmo continuare
insieme.

Il Centro Diego Fabbri nasce della collaborazione di più soggetti e persone per organizzare e promuovere eventi, azioni e progetti legati ad arte e cultura. L’idea di base è anche quella di mantenere viva la lezione e l’impegno di Diego Fabbri sui temi e le questioni vitali del teatro e dei linguaggi dello spettacolo.

Il Centro Diego Fabbri è nato il 1 Giugno 2004 e vede tra i suoi soci l’Università di Bologna, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, i rappresentanti della Famiglia Fabbri e l’Associazione "Incontri Internazionali Diego Fabbri".

CONTATTI

0543.30244
Corso Diaz 34, 47121 Forlì
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P. IVA 03556880403
C. FISC. 92056350405

  Seguici Su Facebook