fc Tavola disegno 1                                   
facebook trasp 
 
instagram trasp 

La mostra di Ulisse raggiunge le scuole di tutta Italia

 

immagine2 1Uno dei principali obiettivi del Centro Diego Fabbri è la formazione delle giovani generazioni al teatro e più in generale ai linguaggi della cultura e dello spettacolo, in linea con il pensiero del noto drammaturgo forlivese da cui prende il nome.

È proprio con questo intento, in uno dei momenti più difficili per la scuola e per la cultura a causa dell'emergenza sanitaria, che lo scorso maggio è nata la speciale piattaforma www.visitadidatticaulisse.com dedicata alla mostra “Ulisse. L’arte e il Mito” ospitata ai Musei San Domenico di Forlì. Tale piattaforma è rivolta agli alunni degli istituti scolastici primari e secondari di primo grado con lo scopo di permettere la visita, seppur virtuale, alle classi a cui non è stata possibile una visita didattica in presenza ma anche per far conoscere oltre i confini cittadini e regionali una delle meraviglie culturali di Forlì.

La piattaforma, elaborata durante le settimane di lockdown nazionale, è nata in stretta collaborazione con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, proprio per fornire ai docenti delle linee guida creative ed interdisciplinari, attivando un nuovo approccio alla fruizione delle esposizioni, sia dal punto di vista virtuale che di diretta visita alle sedi museali. Le pillole d’arte sono state pensate al fine di integrare la mostra con la didattica scolastica: da epica ad aritmetica, passando per musica, geografia e storia. Questa sintesi del percorso ha l’obiettivo di essere soprattutto inclusiva, permettendo ad ogni alunno di comprendere il significato delle opere esposte alla mostra e darne una visione completa attraverso le immagini animate e le parole evidenziate.mappa 1

Giunti ormai al termine dell’esposizione ai Musei San Domenico la piattaforma sta continuando a riscuotere molto interesse e un continuo aumento dei contatti e visualizzazioni. Sono infatti oltre 4.500 i docenti che hanno utilizzato la piattaforma, per un totale di sessioni (visite guidate per ogni classe) che si avvicina alle 8.000. Un successo che oltre alle vicine città di Forlì, Ravenna, Rimini e Bologna, varca i confini regionali e nazionali fino a raggiungere Istituti Scolastici di Milano, Roma, Napoli, Firenze ed arrivando anche nelle isole di Sicilia e Sardegna.

Oltre alla realizzazione della piattaforma, il Centro Diego Fabbri si è reso disponibile ad illustrare ai docenti interessati le modalità di utilizzo della stessa. Inoltre, su richiesta del corpo docente, ha organizzato speciali visite coinvolgendo guide professioniste che, collegandosi direttamente con le classi, hanno supportato il percorso virtuale approfondendo alcune tematiche e rispondendo alle curiosità degli alunni. Sono state state realizzate circa 50 visite guidate con questi requisiti.

Per tutte le scuole che desiderassero vivere l'esperienza di questa speciale visita didattica è possibile collegarsi al sito e scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., per organizzare una visita didattica con il supporto tecnico del Centro Diego Fabbri.

sipario Tavola disegno 1

(LET’S RAISE THE CURTAIN ON INCLUSION)

Nell’ambito del progetto INCLUSIVE THEATER(S), finanziato dal programma Creative Europe, ATER Fondazione promuove, in collaborazione con il “Centro Diego Fabbri” di Forlì, un corso di formazione online sulle pratiche inclusive da sviluppare a teatro per agevolare la partecipazione degli spettatori non vedenti.

La Dott.ssa Valeria Illuminati guiderà i partecipanti, attraverso una serie di quattro webinar, alla scoperta delle buone pratiche Europee e delle possibilità tecniche e tecnologiche atte a coinvolgere il pubblico non vedente nelle performance teatrali.

La lingua di lavoro sarà l’inglese.

PROGRAMMA DEL CORSO:

  • 20 Novembre, ore 15.00 Accessibilità culturale: i diversi quadri normativi in Europa
  • 27 Novembre, ore 15.00 L’accessibilità degli eventi dal vivo: chi, come e cosa
  • 4 Dicembre, ore 15.00 Rendere uno spettacolo accessibile: le differenti prospettive (utente, audiodescrittore, manager e operatori di teatro)
  • 11 Dicembre, ore 15.00 Come l’innovazione e la tecnologia possono aiutare lo sviluppo delle audiodescrizioni

La seconda parte del Corso sarà centrata sull’inclusione sociale degli spettatori non udenti, sarà tenuta dall’Associazione Greca THE.AMA. (http://www.theamatheater.gr/) tra Febbraio e Maggio 2021.

Scadenza invio domande di partecipazione: mercoledì 18 Novembre.

 

COSTI: La partecipazione al corso è totalmente gratuita per i partecipanti, ma i posti sono limitati. È dunque caldamente consigliato registrarsi con largo anticipo.

DESTINATARI: Il corso è rivolto ad attori registi teatrali, gestori di teatro, stage manager, operatori e manager culturali, e in generale tutti coloro che intendano approfondire la conoscenza delle modalità per rendere le performance teatrali inclusive per il pubblico non vedente.

I destinatari avranno inoltre l’opportunità di condividere idee e esperienze con altri partecipanti in collegamento da ogni parte d’Europa, in particolare Grecia, Portogallo, Regno Unito, Serbia e Spagna.

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per inviare direttamente la domanda di selezione compilare il modulo online: https://forms.gle/xTWvz461v2Uz8yFh6

 

NB: Tutte le attività si svolgeranno online, sulla piattaforma Cisco Webex di ATER Fondazione cui si accederà soltanto su invito personale.

L'ARTE DELL'INGANNO

VIAGGIO OLTRE I LIMITI DEL POSSIBILE PER CONOSCERE E RICONOSCER-SI

 QQQ2

Riparte, con il progetto "L'arte dell'inganno - Viaggio oltre i limiti del possibile, per conoscere e riconoscer/si" la programmazione del Centro Diego Fabbri, legata alla grande mostra presso i Musei San Domenico di Forlì.

 

Chi sono i partner del progetto?

Il progetto, coordinato dal Centro Diego Fabbri e realizzato grazie al sostegno della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì prevede collaborazioni con tutto il tessuto culturale e non solo del nostro territorio. Partner delle iniziative sono l'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Forlì-Cesena, L'AUSL della Romagna, l'istituto Musicale Angelo Masini, l'Orchestra Bruno Maderna, Elsinor, Slow Food condotta Forlì e alto appennino forlivese; senza dimenticare il Comune di Forlì - Musei San Domenico.

Quali eventi rientrano nel programma?

Il programma è ricco di concerti, incontri, visite guidate, laboratori e interventi artistici, legati al mito omerico e alle “esperienze del viaggio”.

Le visite guidate: Sono previste, fino al 31 ottobre 2020, tutta una serie di visite guidate alla grande esposizione; dal 14 agosto prendono il via le visite dedicate a “Ulisse e la filosofia del femminile” che proseguiranno per tutto il mese di agosto. Inoltre ogni domenica, dopo i concerti aperitivo, sono in programma le tradizionali "Visite alla Mostra" con il supporto di guide museali. Non dimentichiamo poi le visite per il pubblico non vedente e/o ipovedenti (“La mostra per tutti”) e quelle rivolte agli utenti dei Centri Diurni Psichiatrici (“Alla scoperta dell'immagine”). Sono inoltre in programma,  a partire dal 10 agosto 2020, una serie di visite guidate alla ri-scoperta della nostra città;  “Ri – conoscere forlì. Un ritorno a casa”, un viaggio serale per conoscere i luoghi, i momunenti e le tradizioni della nostra città, anche quelli che ora -  non esistono più - ma che hanno costruito, fin dalle sua origine romana, la storia di Forum Livii. 

I laboratori: Una serie di laboratori sono dedicati ai profumi, i sapori e all'esperienza del viaggio sia come concetto interiore che esteriore ("Kosmesis", "Edypatheia", "Profumi del Mediterraneo", "Per l'alto mare aperto"); a questi si aggiunge il laboratorio "L'oratore dimenticato" dedicato all'arte teatrale. 

I concerti: Nel programma grande c'è grande spazio anche per la musica, a partire da domenica 30 agosto con "Parole e note in città" e con i concerti nelle successive domeniche "il ritorno di Ulisse (6 settembre), "Ulisse al Centro" (13 settembre), "il viaggio di Ulisse" (20 settembre), "Musica metafora di un viaggio" (27 settembre) e "Il canto delle sirene" (4 ottobre). I concerti si svolgeranno alle ore 11.30 presso il Chiostro interno dei Musei San Domenico. Sono previsti inoltre, dopo le performance musicali, accompagnate da letture, visite guidate alla mostra.

Come si partecipa agli eventi?

Nel rispetto delle misure sanitarie vigenti i biglietti per le visite guidate e i concerti, così come le iscrizioni ai laboratori, devono essere prenotati e ritirati preventivamente presso il Centro Diego Fabbri.

Per prenotare un evento o un laboratorio è necessario scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Posso partecipare gratis agli eventi?

Sì! Tutti gli eventi sono gratuiti per i possessori della tessera ArtCard del Centro Diego Fabbri. Inoltre, grazie al sostegno di Progetto Romagna-Italiana Assicurazioni è possibile ritirare un coupon personale che ti permette di accedere gratuitamente a tutti gli eventi collaterali alla mostra "Ulisse. L'arte e il mito" organizzati dal Centro Diego Fabbri.

I coupon possono essere ritirati presso la sede di Progetto Romagna-Italiana Assicurazioni  in Corso Garibaldi, 63 Forlì (tel. 0543 33450 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: Agosto: dalle 8.30 alle 12.30; da Settembre: dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.30 (Chiusura dal 14 agosto al 23 agosto).  L' offerta è valida fino ad eusarimento coupon. È possibile ritirare al massimo 2 coupon nominativi (il proprio e quello di un amico o familiare).

Una volta in possesso del proprio coupon (o della propria tessera ArtCard) personale e comunque necessario prenotare preventivamente la partecipazione ad un evento per potervi accedere, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e comunicando di essere in possesso di coupon o ArtCard.

Ci sono altre opportunità legate alla mostra?

Sì grazie alle importanti sinergie sono state costruite anche con importati attività del territorio che sostengono l'iniziativa. Tra queste la Commerciale Agricola di Billi Giovanni SPA e Le Fofò Bistrot  (Corso Armando Diaz, 30-32 Forlì - tel.320 119 0646) che prevede una scontistica dedicata ai visitatori della mostra; il giorno della tua visita presentando il biglietto della mostra: dal lunedì al sabato sconto del 10%, la domenica pizza una margherita omaggio (È obbligatoria la prenotazione È obbligatoria la prenotazione indicando di essere in possesso del biglietto. L’offerta non è valida per l’asporto.)

 

 

Con il sostegno di:

fond Tavola disegno 1

In collaborazione con:

comune Tavola disegno 1musei Tavola disegno 1

 Partner: 

uicifc Tavola disegno 1slow Tavola disegno 1masini Tavola disegno 1mader Tavola disegno 1els Tavola disegno 1ausl Tavola disegno 1

 

 

 

 

Con il contributo di: 

comm agr Tavola disegno 1prog Tavola disegno 1ital Tavola disegno 1fofo Tavola disegno 1

76181966 104123504365274 8404437402617118720 n

 

Improving skills of Volunteers to deal with new challenges and needs

 

 

I CAN VOLUNTEER è il progetto europeo legato al mondo del volontariato che ci vede come leader parner.

Il progetto, Co-finanziato all'interno del programma Erasmus + ha l'obiettivo di migliorare le competenze dei volontari, anche in campo culturale, affrontando le nuove sfide dei giovani, per dare un sostegno efficace alle organizzazioni e ai target group a cui esse si rivolgono e allo stesso tempo impedire così ai volontari di abbandonare il loro servizio.

Il progetto prevede due sessioni, la prima a novembre 2019 rivolta ad uno Scambio/formazione per operatori giovanili nel campo del volontariato.

Il secondo appuntamento del progetto è previsto per febbraio 2020 in cui giovani "aspiranti volontari" avranno modo di incontrarsi per una settimana e formarsi riguardo i diversi aspetti del volontariato e della solidarietà con particolare riferimento alle azioni in campo culturale (quali l'accessibilità alla cultura da parte delle persone con disabilità sensoriali).

Due settimane, una per sessione, nella città ospitante di Forlì, con l'obiettivo di fornire competenze a 360 gradi sul mondo del volontariato, durante i quali vengono organizzati seminari, visite e lezioni.

La sede principale del progetto sarà la Fabbrica delle Candele di Forlì, "casa" di tutti i giovani della città.

 

Ecco nel dettaglio gli obiettivi degli scambi previsti all'interno del progetto:

 

Lavoratori giovanili: 04 – 08 Novembre 2019
- nuove competenze per affrontare le giovani generazioni e le loro esigenze;
- competenze generali per consentire agli operatori giovanili di far fronte alle esigenze delle persone svantaggiate e delle persone con minori opportunità;

Youth Excange: 03 - 08 Febbraio 2020
- maggiore conoscenza della mission della loro organizzazione di invio
- maggiore interesse e impegno sociale e maggiore solidarietà
- maggiore interesse nel diventare un volontario

 

Partners:

Centro Diego Fabbri (Italy)

DRPDNM (Slovenia)

Stowarzyszenie Sztukater (Poland)

ATIC (Romania)

INFORMO (Croatia)

 

LABORATORI INCLUSIVI RIVOLTI A STUDENTI, INSEGNANTI E GENITORI

 

Il Centro Diego Fabbri sostiene l'importanza di tutte le attività a supporto del percorso formativo-didattico della scuola, attraverso metodologie espressive, sensoriali e di attività diretta.

Obiettivi specifici sono la crescita individuale e collettiva degli alunni e la riduzione del fallimento formativo precoce, nonché della dispersione scolastica.

I progetti che si propongono sono legati a tutti i linguaggi artistici (azioni teatrali, musicali, di scrittura creativa, lettura drammatizzata, etc...), come scelta didattica complementare all'attività della Scuola e finalizzata ad un più efficace perseguimento sia dei fini istituzionali, sia degli obiettivi curricolari.

Il valore pedagogico-didattico-educativo dell'esperienza artistica/culturale contribuisce a mettere in atto un processo di apprendimento che coniuga intelletto ed emozione, ragione e sentimento, pensiero logico e pensiero simbolico, affermando la centralità dell'individuo, la sua dignità, le sue esigenze, i suoi diritti e i valori.

Il percorso prevede azioni in orario scolastico ed extra scolastico, consentendo in tal modo di valorizzare la Scuola, intesa come comunità attiva: una vera e propria “piazza” aperta alle sollecitazioni del territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale.

Tali attività sono supportate da corsi di formazione per il corpo docenti, riguardanti le tematiche che verranno proposte agli alunni. Tale percorso permetterà di acquisire maggiori competenze inerenti la specifica attività e poter diventare docenti "esperti", portando avanti in autonomia ciò che verrà avviato in classe dall'esperto esterno.

 

 

I nostri progetti

 

ABBONAMENTI SPECIALI SCUOLA

settore: teatro - destinatari: istituti scolastici secondari di primo e secondo grado

Uno speciale abbonamento a 7 spettacoli della Stagione di Prosa del teatro Diego Fabbri, al costo agevolato di € 35,00 riservato agli studenti degli Istituti superiori del territorio e agli universitari.

Sono previsti abbonamenti omaggio per gli istituti scolastici che aderiscono all'iniziativa.

 

"TEATRO IN CLASSE" - REPORTER A TEATRO

settore: teatro e giornalismo - destinatari: istituti scolastici secondari di secondo grado

Gli studenti diventano critici teatrali e giornalisti della carta stampata, proponendo recensioni degli spettacoli messi in scena al teatro comunale che verranno poi pubblicate sul "Resto del Carlino", sezione Forlì. I giovani reporter avranno inoltre la possibilità di incontrare critici teatrali e/o attori, per approfondire gli argomenti e d acquisire tutti gli strumenti (di lettura e scrittura) legati alla critica teatrale.

Il progetto prevede anche una Borsa di Studio al/ai giovani giornalisti più meritevoli.

 

"LETTURA IN CLASSE" - LETTURA DRAMMATIZZATA

settore: letteratura - destinatari: istituti scolastici di ogni ordine e grado

Il percorso prevede una serie di incontri dedicati alla lettura "ad alta voce" e al piacere di riscoprire tra le pagine di un libro o le battute di un testo teatrale, emozioni -nuove o "quotidiane"- da condividere con i compagni o un eventuale pubblico. Lo studente diviene prima "osservatore" e poi "lettore", comunicando il piacere del raccontare la parola scritta. Questa iniziativa potrebbe avere uno sviluppo concreto negli incontri che il Centro Diego Fabbri organizza nell'ambito del ciclo "Chi è di scena?" - progetto "Palinsesti", incontri che intendono avvicinare il pubblico alla messa in scena dell'opera teatrale.

Stiamo inoltre elaborando, anche in collaborazione con l'Ausl della Romagna e l'Istituto musicale"A. Masini", una serie di azioni specifiche per i giovani: si tratta di laboratori teatrali, di trucco(teatrale/scenico o make-up), musicali, di canto, di scenografia e sceneggiatura, oltre a laboratori sull'immagine (video, fotografia).Tutte queste iniziative possono rientrare nei progetti di Alternanza Scuola/Lavoro.

 

PROGETTO EUROPEO "I CAN VOLUNTEER"

settore: teatro e sociale - destinatari: istituti scolastici secondari di secondo grado

Si prevede un breve percorso formativo per gli studenti, legato al mondo del volontariato (nonché

delle realtà che in esso operano) e della cultura, per avvicinare le giovani generazioni al terzo

settore; il tutto con uno sguardo rivolto all'accessibilità alla cultura da parte delle categorie protette.

 

"CIÒ CHE RESTA DEI POETI"

settore: teatro - destinatari: istituti scolastici secondari di secondo grado

la vita di grandi poeti e scrittori, raccontata in modo differente: partendo dai luoghi nei quali

"riposano", verrà effettuato un viaggio originale, tracciato anche da alcuni aneddoti poco noti. Un

vero e proprio spettacolo teatrale, accompagnato da musiche dal vivo.

Periodo:Marzo 2020 - Teatro Testori- Ingresso biglietto: € 7,50

 

VISITA GUIDATA, PER LE CLASSI QUINTE, AL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE E ALLA CITTÀ DI SARSINA

(IV secolo a.C. Città natale del grande drammaturgo Plauto)

settore: museale - destinatari: istituti scolastici secondari di secondo grado

Il viaggio in pullmann e la visita al Museo sono offerti dall'Azienda Sancrispino.

Il periodo/giornata sarà da concordare con gli istituti coinvolti.

 

ASCOLTARE PER ASCOLTARCI” - LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: scuola dell'infanzia/istituti scolastici primari e secondari di primo grado

Il percorso ha come scopo quello di far scoprire ai bambini il Mondo Sonoro, aumentare la relazione e l’ascolto, attraverso un linguaggio e un movimento libero, spontaneo e creativo. Con estrema gradualità, utilizzando la voce, gli strumenti e il movimento, i bambini acquisiscono oltre ad una sensibilità al suono, gli elementi-base del linguaggio musicale. Le metodologie tengono in considerazione molteplici fattori, anche di ordine ambientale e sociale, rispettando i ritmi di apprendimento di ciascun individuo.

 

MUSICA PER L’INTEGRAZIONE” - MUSICA STRUMENTALE D'INSIEME

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: scuola dell'infanzia/istituti scolastici primari e secondari di primo grado

Attraverso la formazione di una Orchestra ritmico/melodica con strumenti a percussione, integrati anche da uno strumentario Orff, si intende creare un percorso educativo e formativo che permetta, tramite la musica d’insieme, di trarre beneficio dalla ricchezza espressiva e comunicativa dell’esecuzione musicale di gruppo e una crescita delle capacità di ascolto, di attenzione e di concentrazione.

La Musica diviene canale universale di comunicazione e di integrazione che superi ogni barriera culturale e linguistica, in un’esperienza emozionante e coinvolgente che trasmetta senso di appartenenza, rendendo tutti corresponsabili dell’intento comune del “fare Musica”.

La multietnicità e l’integrazione diventano così le parole chiave per intraprendere un percorso culturale/musicale con particolare attenzione alle nazionalità presenti nel gruppo classe, per imparare a conoscere ed apprezzare le differenze, come le affinità, tra le diverse tradizioni musicali.

 

RACCONTARE CANTANDO. LE PAROLE IN NOTE” - CANTO CORALE

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: scuola dell'infanzia/istituti scolastici primari e secondari di primo grado

L'obiettivo è quello di avvicinare i bambini alla musica corale, all'apprendimento e alla creatività, trasformando le parole scritte (una fiaba, un componimento personale, una poesia, etc..) in espressione canora. Un' ensemble dal vivo li accompagnerà nella narrazione corale.

Gli alunni saranno educati all’utilizzo della voce attraverso il canto e acquisiranno la conoscenza diretta della musica eseguita dal vivo, con un primo approccio anche agli strumenti musicali che li seguiranno nell'esecuzione.

Saranno inoltre incoraggiati alla lettura come “strumento creativo” abbinato allo “strumento vocale”, per scoprire il piacere della lettura, dell'ascolto e del “fare musica insieme”, imparando a conoscere se stessi anche in rapporto con gli altri.

 

COSTRUIAMO UN GRUPPO MUSICALE E I SUOI STRUMENTI” – MUSICA STRUMENTALE D'INSIEME

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: settore: musica – destinatari: istituti scolastici primari e secondari di primo grado

Con questo percorso si vuole offrire agli studenti la possibilità di intraprendere un percorso integrativo musicale, avvalendosi di una pratica strumentale attiva.

Verrà inoltre data ai ragazzi la possibilità di costruire -letteralmente- un proprio, personale, strumento musicale, con materiali di riciclo e/o elementi naturali (legni, canne di bambù, etc...) legati al territorio. Tale operazione permetterà ai partecipanti anche di “scoprire” gli effetti ritmici ed armonici di uno strumento di propria creazione.

L'approccio con il “gruppo” è immediato e si attua con la modalità della “musica d'insieme”. Si tratta quindi di lezioni collettive di chitarra, percussioni e voce, il tutto finalizzato alla creazione di gruppi musicali giovanili.

Il percorso offre agli allievi la possibilità di partecipare all'esperienza diretta durante le ore extracurricolari, sotto la guida di docenti esperti e garantisce una metodologia didattica sperimentata ed efficace.

 

FIABA MUSICALE IN NOTA JAZZ”

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica – destinatari: istituti scolastici primari e secondari di primo grado

Il progetto laboratoriale di musica "La fiaba musicale in nota jazz”, strutturato in due moduli,si configura come un prezioso strumento formativo/educativo, multidisciplinare e interdisciplinare, in continuità verticale; un percorso di attivazione simbolico-semiotica, emotiva, dinamico-relazionale, culturale ed interculturale, per una crescita individuale e collettiva degli alunni.

I diversi linguaggi comunicativi/espressivi vengono pienamente valorizzati, creando un percorso educativo dove trovano spazio e valorizzazione la storia, il presente, il passato, il futuro, il sogno, la fantasia e l'immaginazione.

Le proposta formativa include diverse forme espressive che possano coinvolgere tutti i bambini nella realizzazione dell'opera: dal lavoro creativo sul copione (sonorizzazione e drammatizzazione), alla elaborazione dei brani musicali, all'uso della voce e del corpo come espressione della narrazione e alla creazione di elementi scenografici. Il tutto per rappresentare il teatro musicale, o un mini-musical, un teatro totale, un linguaggio universale, dove trovano spazio il verbo, la musica, il canto, il recitato, la scenografia e le coreografia.

Sono previsti due distinti percorsi:

A) Raccontare cantando

I bambini saranno coinvolti nella narrazione della fiaba attraverso la voce e il canto corale,

con l'obiettivo di avvicinarli alla musica corale, all'apprendimento e alla creatività, trasformando le parole scritte (una fiaba, un componimento personale, una poesia, etc..) in espressione canora.

Un' ensemble dal vivo li accompagnerà nella narrazione corale: in tal modo gli alunni saranno educati all’utilizzo della voce attraverso il canto e acquisiranno la conoscenza diretta della musica eseguita dal vivo, avvicinandosi anche agli strumenti musicali che li seguiranno nell'esecuzione. Saranno inoltre incoraggiati alla lettura come “strumento creativo” abbinato allo “strumento vocale”, per scoprire il piacere della lettura, dell'ascoltare e “fare musica insieme”, imparando a conoscere se stessi anche in rapporto agli altri.

b) Orchestra

Agli studenti sarà offerta l'opportunità di un laboratorio di musica strumentale d’insieme per fornire agli alunni le competenze di base per narrare la storia attraverso l'utilizzo competente degli strumenti musicali.

Il percorso didattico-pedagogico strumentale a livello formativo si pone l’obiettivo di stimolare l’interesse musicale degli allievi offrendo le basi della tecnica esecutiva dello strumento al fine di sperimentare il “piacere di suonare”, ma anche di poter accedere, in futuro, ad un livello tecnico-strumentale superiore. Per arrivare a questo si vuole offrire agli studenti, in possesso di una conoscenza tecnica e musicale strumentale di base, la possibilità di intraprendere un percorso integrativo musicale e tecnico, avvalendosi di una pratica strumentale attiva attraverso l’esperienza dell’orchestra di insieme. L'Orchestra accompagnerà dal vivo il coro.

 

BAND A SCUOLA - A SCUOLA DI BAND” – MUSICA STRUMENTALE D'INSIEME

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: istituti scolastici di primo e secondo grado

Con questo progetto si vuole offrire agli studenti degli istituti scolastici di primo e secondo grado (in possesso di una conoscenza di base della musica), la possibilità di intraprendere un percorso integrativo musicale, avvalendosi di una pratica strumentale attiva.

Attraverso la collaborazione con le altre scuole musicali del territorio, il progetto si inserisce in maniera naturale in un percorso più ampio e articolato che vede la musica come elemento di crescita culturale individuale e collettiva.

L'approccio con il “gruppo” è immediato e si attua con la modalità della “musica d'insieme”. Si tratta quindi non di lezioni singole di strumento, ma di lezioni collettive finalizzate alla creazione di gruppi musicali in grado di eseguire e/o creare brani di musica Pop/Rock.

Le Band in progetto potranno essere costituite dai seguenti strumenti:

batteria, percussioni, basso elettrico o acustico, chitarra elettrica o acustica, pianoforte, tastiere, strumenti a fiato, voce leader e vocalist.

Il percorso offre agli allievi la possibilità di partecipare all'esperienza diretta durante le ore extracurricolari, sotto la guida di docenti esperti e garantisce una metodologia didattica sperimentata ed efficace.

La pratica strumentale, poi, sarà integrata da nozioni di Storia della Musica Pop/Rock, anche attraverso ascolti guidati, per conoscerne le radici popolari e l’influenza che ha avuto sulla cultura musicale di oggi.

 

ORCHESTRA A SCUOLA - A SCUOLA DI ORCHESTRA” – MUSICA STRUMENTALE D'INSIEME

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: istituti scolastici di secondo grado

Con questo modulo si vuole offrire agli studenti degli istituti scolastici di secondo grado, (in possesso di una conoscenza di base della musica), la possibilità di intraprendere un percorso integrativo musicale, avvalendosi di una pratica strumentale attiva.

Attraverso la collaborazione con le altre scuole musicali del territorio, il modulo si inserisce in maniera naturale nel percorso più ampio e articolato di questa attività che vede la musica come elemento di crescita individuale e collettiva.

Si tratta di lezioni collettive di "orchestra d’archi” e di “fiati”. Il tutto, grazie anche all'approfondimento dello studio degli percussione, è finalizzato alla creazione di un'orchestra giovanile.

 

LA MUSICA - UN PONTE TRA I POPOLI” – MUSICA STRUMENTALE D'INSIEME

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”)

settore: musica - destinatari: istituti scolastici di secondo grado

L'attività consiste nell'attivazione di uno stage, da tenersi tra i mesi di luglio e settembre 2020, indirizzato agli allievi delle scuole secondarie che si uniranno a giovani musicisti provenienti da diversi Paesi europei (Spagna, Slovenia, Romania, Grecia) e Paesi candidati (Albania, Macedonia, Montenegro, Bosnia, Serbia e Kosovo) per la creazione di un’Orchestra multiculturale di oltre 50 elementi. Con questo modulo, l’Istituto Musicale “A. Masini”, in collaborazione con NoviArt (arti per la non-violenza) Forlì-Cesena, vuole incentivare le relazioni tra i diversi mondi musicali, gli scambi di esperienze e di tecniche e i confronti rispetto alla cultura musicale dei diversi Paesi europei, oltre a promuovere il principio di un'unità europea sempre più incisiva e pervasiva.

La Musica è quindi declinata nella sua accezione di “linguaggio universale”, strumento di aggregazione e "ponte tra i popoli", in grado di consentire il superamento delle barriere che scaturiscono dalle differenze fra lingue, religioni e culture, per apprezzare la varietà e la creatività di ognuno, la condivisione delle medesime problematiche e insicurezze, degli stessi valori e aspettative tipiche dell’età giovanile e l'acquisizione della consapevolezza di essere parte di una comunità europea sociale e civile.

Gli esperti guideranno gli studenti, attraverso la pratica orchestrale, ad entrare in relazione con culture e costumi diversi, attraverso metodologie di educazione formale e non formale, avendo cura di rispettare un giusto equilibrio tra attività outdoor e indoor, lavoro concettuale e creativo.

 

FORLIMUSICA. EDU 2019/20. VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELL’ORCHESTRA” - MUSICA STRUMENTALE D'INSIEME

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”. Un progetto di “Forlì Musica Concerti”)

settore: musica - destinatari: istituti scolastici di primo e secondo grado

L’itinerario, pensato per gli alunni delle scuole primarie e secondarie, prevede 4 incontri che si svolgeranno tra dicembre 2019 e aprile 2020 presso il Teatro Diego Fabbri, la Chiesa di San Giacomo e il Teatro “Il Piccolo” di Forlì. I ragazzi potranno assistere a “prove aperte” e ad uno spettacolo che verrà presentato come una vera e propria “lezione concerto” in forma teatrale e saranno accompagnati da esperti musicisti attraverso un percorso musicale a loro dedicato.

Novità di questa edizione sarà il progetto Paroliamo, ovvero: si proverà a fare “parlare” una sinfonia, stimolando la fantasia e le capacità dei giovani; si intende non solo educare all'ascolto, ma anche iniziare un percorso di partecipazione e inclusione nella vita musicale della Città.

 

GUIDA SEMISERIA AL MONDO MUSICALE”- SPETTACOLO

(In collaborazione con Istituto musicale “A. Masini”. Un progetto di “Forlì Musica Concerti”)

settore: musica - destinatari: istituti scolastici di primo e secondo grado

Il conservatorio “Bruno Maderna” e l’Istituto “Corelli” propongono una lezione/concerto in forma teatrale, espressamente dedicata alla musica.

Oltre ai consueti interventi di personaggi famosi sullo schermo posto sul palcoscenico, le classi partecipanti saranno coinvolte direttamente con interventi canori dei bambini del pubblico, diventando in tal modo parte integrante dello spettacolo.

Sarà una “Guida semiseria”, con attori e voci recitanti che accompagneranno il pubblico nel percorso di ascolto e musiche che spaziano da Bach ai Beatles, nel nome di una universalità di pensiero, fondamento del linguaggio musicale, senza limiti di appartenenza.

Sono previste anche attività propedeutiche alla visione dello spettacolo, da tenersi all’interno delle scuole che parteciperanno alla “Guida Semiseria”.

Il costo del biglietto è di € 5,00 a bambino; ingresso gratuito per accompagnatori.

 

PER MANGIARTI MEGLIO!”

settore: teatro/Slow Food/SBV- destinatari: istituti scolastici primari e secondari di primo grado

Il percorso didattico abbraccia i temi dell'educazione alimentare e ambientale, attraverso esperienze che sviluppano sensorialità e riflessione e rappresenta un'occasione per un contatto diretto con gli odori delle piante, i sapori della frutta e i saperi della terra; il tutto anche attraverso lo strumento del linguaggio teatrale.

Il laboratorio si svilupperà in attività ludico-teatrali, letture, lezioni frontali con immagini, video e manipolazione alimentare, palestra sensoriale.

Il progetto è una ghiotta opportunità per avvicinarsi all’educazione alimentare giocando con i sensi e dando spazio alla creatività, anche attraverso i linguaggi del teatro.

Il percorso solletica la curiosità nei confronti degli alimenti e la loro identità culturale. Le spiegazioni e le curiosità raccontate durante l’attività sono tratte dalle pubblicazioni Slow Food Kids dedicate a: Miele, Cioccolato, Pane, Formaggio e Ortaggi.

 

BUONO A SAPERSI!”

settore: teatro/Slow Food/SBV- destinatari: istituti scolastici primari e secondari di primo grado

La proposta abbraccia i temi dell'educazione alimentare e ambientale, attraverso esperienze che

permettono di capire la qualità degli alimenti che mangiamo e di familiarizzare con strumenti che consentano di conoscere come avviene la loro produzione.

Il percorso è un'occasione per un contatto diretto con i “saperi” della terra, evidenziare gli intrecci di interdipendenza delle filiere alimentari e suggerire strumenti per migliorare la lettura critica degli alimenti industrializzati. Anche in questo caso, il tutto verrà integrato da “momenti” di drammatizzazione ed improvvisazione teatrale di forte coinvolgimento degli alunni.

L'obiettivo è anche quello di valorizzare l’importanza delle scelte alimentari e consolidare ideali ecologici per una conservazione dell’ambiente agro alimentare.

Il laboratorio si svilupperà in attività ludico-teatrali, letture, lezioni frontali con immagini, video e manipolazione alimentare, palestra sensoriale.

 

 

 

 

A Funeral Tea party Di cosa è morto Giovanni Pascoli? Leopardi? Chi ha ucciso Pasolini? E perchè scoprirlo ci aiuta a comprendere meglio la storia di questi autori?

A queste e molte altre domande risponderà la conferenza-spettacolo “Funeral Tea Party - Ciò Che Resta dei Poeti”, la produzione del Centro Diego Fabbri in scena Domenica 19 Giugno alle 21.30 al chiostro del Monte di Lugo (RA), all'interno del Festival "La Storia siamo Noi" 2022. 

Le circostanze della morte dei poeti - così come le modalità delle esequie – costituiscono infatti un angolo prospettico spesso privilegiato per comprendere non solo la loro opera ma anche il modo in cui questa ha influenzato la cultura contemporanea e, ancor più, il modo in cui la posterità l’ha fatta propria.

Partendo quindi dalla descrizione degli ultimi attimi di vita di alcuni tra i maggiori poeti italiani (Ugo Foscolo, Giacomo Leopardi, Italo Svevo, Luigi Pirandello e Pier Paolo Pasolini) e dall'illustrazione delle loro diverse sepolture, Paolo Rambelli (già docente di lingua e letteratura italiana presso gli atenei di Bologna e di Londra) costruirà insieme all’attrice Laura Sciancalepore, al chitarrista Paolo Benedetti (autore anche delle musiche originali di scena) e al pubblico stesso un inedito viaggio attraverso la storia delle letteratura italiana alternando la narrazione di aneddoti sconosciuti ai più all'analisi di un aspetto troppo spesso trascurato dalla critica come l’uso strumentale del corpo e dell’opera dei poeti, facendo ampiamente ricorso anche ad immagini e video.

 

Il Centro Diego Fabbri nasce della collaborazione di più soggetti e persone per organizzare e promuovere eventi, azioni e progetti legati ad arte e cultura. L’idea di base è anche quella di mantenere viva la lezione e l’impegno di Diego Fabbri sui temi e le questioni vitali del teatro e dei linguaggi dello spettacolo.

Il Centro Diego Fabbri è nato il 1 Giugno 2004 e vede tra i suoi soci l’Università di Bologna, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, i rappresentanti della Famiglia Fabbri e l’Associazione "Incontri Internazionali Diego Fabbri".

CONTATTI

 Tel: 0543 30244 cell: 328 2435950
Corso Diaz 34, 47121 Forlì
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P. IVA 03556880403
C. FISC. 92056350405

  Seguici Su Facebook

Goto Top