facebook trasp
instagram trasp

La stagione di Palinsesti

PALINSEST

La stagione corrente di Palinsesti abbraccia una vasta selezione di iniziative e attività, per dare risalto alla cultura e ai linguaggi dello spettacolo.

Ci sarà tanto teatro, certamente, ma grande spazio sarà dato anche a cinema, letteratura, musica.

Le attività sono tutte gratuite salvo dove diversamente indicato e le trovate tutte raccolte nel libretto della stagione:

--> Scarica il libretto PALINSESTI XI (2018/2019)


Nel libretto troverete anche orari, date, e tutte le altre informazioni utili.

Se avete domande, curiosità o suggerimenti su Palinsesti, condivideteli con noi!

 

 

LE SEZIONI DEL PROGETTO
 
 
SCUOLA DELLO SPETTATORE
«CHI È DI SCENA?»
INCONTRI SULLA STAGIONE DI PROSA
“Chi è di scena?” è la fatidica domanda che richiama tutti gli interpreti all’imminenza dello spettacolo.
Con una serie di incontri, il percorso intende mettere il pubblico in contatto diretto con l’evento della scena, ricostruendo
testi, personaggi e letture che caratterizzano le opere della stagione di prosa del teatro Diego Fabbri di Forlì.Esperti e studiosi
forniranno un’agile guida alla lettura dello spettacolo, “arricchendo” il gusto di assistere a un evento così universale
e sempre nuovo qual è il teatro.
 
SCUOLA DELLO SPETTATORE
MUSICA IN SCENA: LA PAROLA AI SUONI
Dall’itinerario sui linguaggi artistici che si affiancano alla musica delle passate edizioni, fino al cinema e la canzone d’autore, ora Musica in Scena sposta l’attenzione sugli strumenti musicali, voci “narranti” essi stessi, che originano racconti sonori e nascondono passaggi secolari tra uomini e luoghi. Ogni musicista ci parlerà del proprio strumento e dei generi diversi della musica: cinque conversazioni-concerto per scoprire come toccare o percuotere un tasto, una corda, una membrana, trasformando un medesimo oggetto sonoro per spaziare tra generi e repertori della musica. Note di classica, etnica e jazz, tracceranno rotte del tutto impensabili
 
PROGETTI EUROPEI: EUROPOLY & CASTLE
In parallelo alla XI^edizione di Palinsesti si inseriscono, in questa annualità (2018/2019), i progetti europei EUROPOLY – Europe for Citizens, vincitore del Premio europeo EACEa
Europa del Cittadino “Europa per i cittadini 2014 – 2020- Misura 2: impegno democratico e partecipazione civica, reti di città” e CASTLE - New employability skills and business
creation in audiodescription and subtitling sector Erasmus+ - KA2 - Strategic Partnerships. Dopo Pop Drama e KeepInMind, altri due riconoscimenti europei, nell’arco di tre anni,
per il Centro Diego Fabbri!
 
SCUOLA DELLO SPETTATORE
INCONTRI AL CAFFE'
L’idea è quella di raccontare la narrativa contemporanea e i grandi classici della letteratura attraverso la “pagina scritta”: un viaggio tra parole, punteggiatura e pause, un’analisi approfondita del testo e dell’Autore, il tutto accompagnato da letture ad alta voce. Le conversazioni si terranno all’interno del “Caffè del Teatro” per rinnovare la tradizione e l’atmosfera dei Caffè letterari del passato.
 
I LUOGHI DELLA CITTA' 
Con tale percorso formativo, giunto alla sua terza edizione, si intendono realizzare laboratori artistici tesi ad incentivare e rafforzare la partecipazione e la crescita formativa e/o professionale dei giovani. Approfondimento, valorizzazione, sostegno e sviluppo della ricerca nell’ambito dei diversi linguaggi dello spettacolo (teatro, musica, letteratura), anche attraverso i loro aspetti internazionali, sono i cardini del progetto. I laboratori sono rivolti a giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni e prevedono il coinvolgimento di esperti nei settori di riferimento; saranno strutturati in “moduli”, come veri e propri percorsi educativi-formativi. Da quest’anno inoltre, si intende attivare un particolare laboratorio per la valorizzazione della creatività giovanile, finalizzata alla creazione di un’impresa. Si prevedono cinque distinti laboratori che avranno luogo a partire da febbraio 2019. Di seguito il programma del percorso. 
 
SCUOLA:UNO SPAZIO APERTO
Il progetto è finalizzato a supportare e potenziare il percorso formativo/didattico della scuola, attraverso metodologie espressive, sensoriali e di attività diretta. Obiettivi specifici sono la crescita individuale e collettiva degli alunni e la riduzione del fallimento formativo precoce, nonché della dispersione scolastica. Gli interventi di formazione ludico-didattica che coinvolgeranno tutti gli studenti, costituiranno lo sfondo di integrazione socio-culturale su cui sviluppare passioni rispetto ai temi via via proposti e da cui far emergere i talenti di ciascuno. Il percorso prevede azioni in orario scolastico ed extra scolastico, consentendo in tal modo di valorizzare la Scuola, intesa come comunità attiva: una vera e propria “piazza” aperta alle sollecitazioni del territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale. Tali finalità si incrociano sinergicamente con i valori alla base delle attività educative, volte a perseguire l’equità, la coesione e la cittadinanza attiva, riducendo i divari territoriali e mirando al rafforzamento delle istituzioni scolastiche, grazie al coinvolgimento non solo degli alunni e dei docenti, ma anche dei genitori. Una serie di moduli laboratoriali vedrà i ragazzi coinvolti in azioni teatrali, musicali, di scrittura creativa e lettura drammatizzata, offrendo occasioni di avvicinamento dei genitori alla realtà aggregativa dei figli. In questo anno scolastico, grazie al supporto dell’Ufficio Scolastico Territoriale Forlì - Cesena e al coinvolgimento diretto dell’IC9 – “Beatrice Portinari”, concretizzato in una stretta collaborazione progettuale e operativa dei docenti di riferimento, sono attivi diversi percorsi. Si tratta di laboratori dedicati ai diversi “linguaggi” artistici, dal teatro, alla musica, alle arti visive, ad azioni di potenziamento sul canto e sull’espressività; il tutto anche nell’ottica del “buon vivere”, grazie alla collaborazione di “La condotta Slow Food Forlì e Alto Appennino Forlivese”. Tali attività sono accompagnate da corsi di formazione per il corpo docenti, riguardanti le tematiche proposte agli alunni
 
UN PALCOSCENICO PER TUTTI
PROGETTO PER LE SCUOLE
AUSL - DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE
Nell’ambito della collaborazione tra l’Azienda U.S.L. Della Romagna, il Centro Diego Fabbri e il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell’Università di Bologna - Forlì
per la valorizzazione dell’esperienza e attività di produzione artistica relativa alla salute mentale, anche per questa nuova edizione di Palinsesti viene riproposto uno spazio
di confronto tra gli Istituti scolastici superiori e l’attività teatrale svolta dalla Compagnia “Il Dirigibile” - Dipartimento di Salute Mentale.
Il percorso intende promuovere l’esperienza teatrale come strumento educativo, formativo e terapeutico, per giungere alla realizzazione di uno spettacolo teatrale
a fine anno scolastico, frutto dell’attività laboratoriale svolta da studenti e pazienti.
 
IL TEATRO PER TUTTI
NO LIMITS
Il progetto “Teatro No Limits” è promosso dal Comune di Forlì, in collaborazione con il “Centro Diego Fabbri”, il Dipartimento Interpretazione e Traduzione -DIT- Università di Bologna sede Forlì, la sezione Uic di Forlì Cesena, con il coinvolgimento dell’Associazione di volontariato “Sintonia” di Forlì e dei teatri Diego Fabbri di Forlì, Bonci di Cesena, Regina di Cattolica, Duse di Bologna, Alighieri di Ravenna, Comunale di Russi, Magnani di Fidenza, Asioli di Correggio. L’iniziativa, con il Patrocinio Ministero per i Beni e le Attività Culturali, grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione Del Monte di Bologna e alla collaborazione con ATER (Associazione Teatrale Emilia Romagna), porta l’audiodescrizione e il sopratitolaggio a teatro e consente anche alle persone non vedenti, ipovedenti e non udenti di apprezzare l’antica e nobile arte della scena. Il supporto audiodescrittivo viene effettuato dotando il pubblico non-vedente di cuffie wireless, collegate alla sala di regia, dalla quale una voce narrante accompagna gli utenti lungo lo sviluppo narrativo dello spettacolo, senza mai sovrapporsi ai dialoghi e alla colonna sonora. Tramite il sopratitolaggio per non udenti è invece possibile evidenziare i dialoghi, le intonazioni della voce, i dettagli sonori e musicali dell’opera, in modo da restituirne a pieno il significato. I sopra titoli vengono proiettati su uno schermo posizionato al di sopra del palcoscenico.
 
PROGETTO “CITTÀ NOSTRA”
Continua l’attività di sostegno allo studio prevista dal Progetto “Città nostra” in collaborazione con il “Comitato per la Lotta contro la fame nel mondo” presso la Scuola
Secondaria 1° Grado “P. Maroncelli” di Forlì che attraverso un dialogo interculturale e con l’aiuto allo svolgimento dei compiti, mira all’integrazione di persone a rischio di
esclusione sociale promuovendone la crescita e la formazione culturale.
Con le stesse finalità prosegue un percorso laboratoriale teatrale, condotto da esperti professionisti che attraverso percorsi formativi specifici cercano di educare i ragazzi al
rispetto degli altri, all’ascolto reciproco, al conseguimento di abilità motorie e relazionali.
Si prevede un saggio/spettacolo a fine anno scolastico. 

CONCERTI-APERITIVO: "LE DOMENICHE AL MUSEO"
Anche quest’anno il Centro Diego Fabbri organizzerà l’evento “Concerti Aperitivo”, proponendo 3 concerti, che si terranno nelle seguenti giornate: 3, 10, 17 Dicembre 2017 presso
la Sala del Refettorio - Musei San Domenico, Piazza Guido da Montefeltro, 12, Forlì. Nel corso di queste tre domeniche, il pubblico potrà assistere ad altrettanti mini-concerti con
musicisti professionisti e, a seguire, dopo un aperitivo offerto dal Centro Diego Fabbri, potrà prendere parte a visite guidate/percorsi tematici delle mostre presenti all’interno della
struttura, 
con il supporto di guide professioniste. 

 

Ultima modifica il Lunedì, 28 Gennaio 2019 09:31

Il Centro Diego Fabbri nasce della collaborazione di più soggetti e persone per organizzare e promuovere eventi, azioni e progetti legati ad arte e cultura. L’idea di base è anche quella di mantenere viva la lezione e l’impegno di Diego Fabbri sui temi e le questioni vitali del teatro e dei linguaggi dello spettacolo.

Il Centro Diego Fabbri è nato il 1 Giugno 2004 e vede tra i suoi soci l’Università di Bologna, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, i rappresentanti della Famiglia Fabbri e l’Associazione "Incontri Internazionali Diego Fabbri".

CONTATTI

0543.30244
Corso Diaz 34, 47121 Forlì
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P. IVA 03556880403
C. FISC. 92056350405

  Seguici Su Facebook

Goto Top