NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
facebook trasp
instagram trasp

1° Meeting: Velenje

Dopo qualche mese di preparazione, finalmente gli 8 partner europei si sono riuniti a Velenje, in Slovenia, per il kick-off meeting del progetto EUROPOLY - AN INNOVATIVE BOTTOM-UP APPROACH TO FIGHT EUROSCEPTICISM THROUGH NETWORKING, finanziato nell'ambito del Programma Europe for Citizens.
 
Ricordiamo che il progetto, in collaborazione con il Comune di Forlì, prevede un interscambio culturale tra giovani per favorire le politiche di integrazione europea. Si basa sull'idea del celebre gioco da tavolo “Monopoly” ed intende creare un dialogo aperto tra i giovani delle nazioni partecipanti, al fine di comprendere (e poi contrastare) l'euroscetticismo. L'iniziativa coinvolge 7 paesi europei: Italia (con le città di Forlì e Fano), Spagna, Romania, Ungheria, Bulgaria, Croazia, Svolenia. 
 
mesto-velenje.jpg
 
Il meeting di Velenje, realizzato dal partner sloveno Velenje Youth Center dal 24 al 27 settembre, è quello che ha dato ufficialmente l'avvio alle attività progettuali. Partendo dal capofila, ossia il Centro Diego Fabbri, ogni membro di Europoly ha raccontato la propria attività e le varie azioni svolte nei territori di appartenenza. 
La maggior parte del tempo è stato dedicato per conoscere la gravità e le cause dell'euroscetticismo all'interno delle proprie nazioni.
Queste si possono trovare nei problemi che stanno affliggendo la popolazione tutta del continente: immigrazione, crisi finanziaria, disoccupazione e, specialmente nei paesi dell'Est Europa, la paura di perdere un'identità comune molto forte e radicata nel passato.
Dopo diverse conferenze e un'approfondita analisi atta a sperimentare nuove metodologie di lavoro volte a contrastare l'euroscetticismo fra la popolazione europea, tutti e 8 i membri partecipanti hanno ipotizzato un problema comune: la comunicazione.
Secondo Europoly, una migliore comunicazione da parte dell'Unione Europea potrà migliorare la percezione dell'EU tra le varie popolazioni nazionali e soprattutto renderle più partecipi alle azioni future realizzate proprio grazie a questa comunione di stati.
 
22519518_2058431411095103_3201639319307928183_n.jpg
 
Il prossimo meeting, a fine novembre, vedrà come organizzatore la città spagnola di Medina Del Campo e verterà su un problema comune: la disoccupazione e la migrazione della popolazione interna dalle piccole città ai grandi centri urbani
 
22449870_2058431551095089_2123137549421866148_n.jpg

Il Centro Diego Fabbri nasce della collaborazione di più soggetti e persone per organizzare e promuovere eventi, azioni e progetti legati ad arte e cultura. L’idea di base è anche quella di mantenere viva la lezione e l’impegno di Diego Fabbri sui temi e le questioni vitali del teatro e dei linguaggi dello spettacolo.

Il Centro Diego Fabbri è nato il 1 Giugno 2004 e vede tra i suoi soci l’Università di Bologna, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, i rappresentanti della Famiglia Fabbri e l’Associazione "Incontri Internazionali Diego Fabbri".

CONTATTI

0543.30244
Corso Diaz 34, 47121 Forlì
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P. IVA 03556880403
C. FISC. 92056350405

  Seguici Su Facebook