facebook trasp
instagram trasp

Fotografiamo Forlì: gli scorci più belli della città in mostra

fotografiamo forli 1


Venti foto, venti sguardi diversi che raccontano una città poetica, viva, ricca di scorci e di sfumature. Questo è ciò che racconta la mostra Postcards, cartoline da Forlì, esposizione itinerante che mette assieme gli scatti più belli del concorso #votalafoto, bandito dal gruppo Facebook Fotografiamo Forlì con il quotidiano online Forlìtoday e la giornalista Roberta Invidia, che ora si arricchisce della collaborazione con il Centro Diego Fabbri.

Immagini inedite della città scattate con la macchina fotografica, ma anche con gli smartphone, da parte di fotografi professionisti e semplici amatori, tutti accomunati dall’amore per la propria città.

 

Forlì è bella e merita i vostri scatti

Una fotografia della mostra

Questo il motto del gruppo Fotografiamo Forlì, nato due anni fa dall’idea dei pittori e scrittori Alfonso e Nicola Vaccari, che oggi conta oltre duemila iscritti e raccoglie un ragguardevole numero di immagini di Forlì di grande significato e impatto visivo. Una sorta di archivio della città contemporanea, creato e continuamente aggiornato da chi la vive e la riscopre tutti i giorni attraverso l’obiettivo.

Da questa ricchezza è nata l’idea del concorso fotografico che si è svolto su Forlìtoday nel mese di settembre, dopo una appassionante preselezione su Facebook. Delle oltre novanta foto sottoposte al pubblico del social network, da giugno ad agosto, sono state venti quelle che hanno partecipato alla fase finale del concorso. Una vera sfida a colpi di click nella quale il vincitore, anche questa volta, è stato scelto dal pubblico.

Gli scatti saranno in mostra in diverse location della città a partire dal mese di dicembre, autentiche testimonianze dell'anima della città di cui potete avere un assaggio nella galleria sottostante. 

Dal 7 marzo la mostra è ospitata al Ridotto del Teatro Diego Fabbri in via dell'Aste 10. Sarà possibile visitarla durante gli spettacoli della stagione teatrale, per gli abbonati e per chi ha il biglietto. Inoltre sarà possibile accedervi ad utenza libera durante le numerose iniziative che hanno sede al Ridotto, come gran parte degli appuntamenti di Palinsesti, la rassegna di eventi curata dal Centro. Ecco le prossime date:

  • Sabato 12 marzo (ore 18-19), con gli Incontri con gli Artisti
  • Sabato 19 marzo (ore 17-19), con "La guerra spiegata a..."
  • Sabato 2 aprile (ore 17-19), con "Conversazioni su musica e Grande Guerra"
  • Sabato 9 aprile (ore 17-19), con "L'invisibile ovunque"
  • Lunedì 11 aprile (ore 17-19), con "Chi è di scena?"
  • Sabato 16 aprile (ore 18-19) con gli Incontri con gli Artisti
  • Sabato 30 aprile (ore 17-19), con "Pratiche meticce"

Preparatevi a una Forlì che non vi aspettate! C'è piazza Saffi reinterpretata in chiave scintillante, via delle Torri avvolta in una atmosfera retrò tanto da sembrare una stradina parigina. C’è l’inattesa poesia della stazione ferroviaria ritratta in un giorno di pioggia, ci sono i ciottoli antichi di via Gaddi ma anche i tetti del centro commerciale che, visto dall’alto - chi l’avrebbe immaginato? - sembra la scheda di un microchip. 

Una Forlì mai vista e pronta a stupire.

 

 

 

 

Ultima modifica il Martedì, 08 Marzo 2016 19:31

Il Centro Diego Fabbri nasce della collaborazione di più soggetti e persone per organizzare e promuovere eventi, azioni e progetti legati ad arte e cultura. L’idea di base è anche quella di mantenere viva la lezione e l’impegno di Diego Fabbri sui temi e le questioni vitali del teatro e dei linguaggi dello spettacolo.

Il Centro Diego Fabbri è nato il 1 Giugno 2004 e vede tra i suoi soci l’Università di Bologna, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, i rappresentanti della Famiglia Fabbri e l’Associazione "Incontri Internazionali Diego Fabbri".

CONTATTI

0543.30244
Corso Diaz 34, 47121 Forlì
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P. IVA 03556880403
C. FISC. 92056350405

  Seguici Su Facebook

Goto Top